I Blue tornano all’Alcatraz

i-blue_alcatraz

http://www.angelabartolo.it/wp-content/tn3/2/I-Blue_Alcatraz_20131122_018.jpg
  • I-Blue_Alcatraz_20131122_018

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_017

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_016

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_015

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_014

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_013

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_012

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_011

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_010

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_009

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_008

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_007

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_006

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_005

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_004

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_003

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_002

  • I-Blue_Alcatraz_20131122_001

 

I Blue tornano all’Alcatraz di Milano

I Blue, con oltre quindici milioni di copie vendute e tre album in vetta alle classifiche in tutto il mondo ‘All Rise, One Love, Guilty’, dopo aver suonato dal vivo in tutto il mondo e duettato con artisti del calibro di Elton John e Stevie Wonder, a tredici anni dal loro debutto sono una band che può contare su una solida esperienza artistica e un’altrettanto consolidata amicizia fra i suoi quattro componenti: Lee Ryan, Antony Costa, Duncan James e Simon Webbe.

Quando nel 2005 ognuno di loro decide di prendere un periodo di riposo dalla band per dedicarsi ad altri interessi personali – dalla carriera Tv a dischi solisti, incursioni nel mondo del musical o in quello degli affari – il legame comunque non si spezza ed è sufficiente il richiamo dei fan e l’occasione di rappresentare il Regno Unito alla Eurovision Song Contest nel 2011, perchè la band ritrovi l’energia e l’entusiasmo degli esordi, ma con la maturità e il carisma di artisti adulti.

Per questo, dopo quell’esperienza, i Blue si sono immediatamente messi a lavorare al quarto album in studio, trovando nel pluripremiato RedOne, già collaboratore di Lady Gaga, Pitbull e Jennifer Lopez, e nel duo Wayne Hector & Cutfather (Britney Spears, Pussycat Dolls, James Morrison, Nicki Minaj) i produttori in grado di valorizzare l’evoluzione del loro stile caratteristico, fatto di ballate pop e canzoni ricche di energia. Il risultato è Roulette, uscito in Italia il 1° febbraio 2013 (su etichetta Universal), un disco che in 13 tracce – 15 per l’edizione deluxe – esprime al meglio chi sono i Blue oggi. Come già l’album, anticipato dal singolo Hurt Lovers, al quale ha fatto seguito Without You, anche il palco mostra che la ex boyband nata a fine anni 90, è stata capace di mantenere intatto il marchio di fabbrica che li ha portati al successo planetario, diventando una grande band composta da performer carismatici e ottimi compositori di canzoni pop destinate a colpire al primo ascolto.

Immagini di Angela Bartolo

Organizzazione degli eventi a cura di Barley Arts