Al Teatro Nazionale con Gregory Porter

gregory_porter_161116

http://www.angelabartolo.it/wp-content/tn3/2/Gregory_Porter_161116_12.jpg
  • Gregory_Porter_161116_30

  • Gregory_Porter_161116_29

  • Gregory_Porter_161116_28

  • Gregory_Porter_161116_27

  • Gregory_Porter_161116_26

  • Gregory_Porter_161116_25

  • Gregory_Porter_161116_24

  • Gregory_Porter_161116_23

  • Gregory_Porter_161116_22

  • Gregory_Porter_161116_21

  • Gregory_Porter_161116_20

  • Gregory_Porter_161116_19

  • Gregory_Porter_161116_18

  • Gregory_Porter_161116_16

  • Gregory_Porter_161116_17

  • Gregory_Porter_161116_15

  • Gregory_Porter_161116_14

  • Gregory_Porter_161116_13

  • Gregory_Porter_161116_12

  • Gregory_Porter_161116_11

  • Gregory_Porter_161116_10

  • Gregory_Porter_161116_09

  • Gregory_Porter_161116_08

  • Gregory_Porter_161116_07

  • Gregory_Porter_161116_06

  • Gregory_Porter_161116_05

  • Gregory_Porter_161116_04

  • Gregory_Porter_161116_03

  • Gregory_Porter_161116_02

  • Gregory_Porter_161116_01

JAZZMI chiude al Teatro Nazionale con Gregory Porter e l’ennesimo sold out

JAZZMI, ha chiuso 15 novembre al Teatro Nazionale dopo aver coinvolto non meno di dodici luoghi tra locali,  jazz club e Teatri.

Pur vantando un ruolo di primo piano nella storia della musica jazz   fin dal dopo guerra immediato, quando l’intraprendenza di Gian Carlo Testoni e Arrigo Polillo che  ne fecero la roccaforte della prima storica rivista, “Musica Jazz”,  fondata nel 1945 e  ancora attiva e tra i primi canali d’ascolto dei primi grandi concerti Monk, Coltrane, Bill Evans, Chet Baker, Mingus e Rollins.

Ebbene Milano è partita alla grande, JAZZMI ha collezionato nel percorso del suo primo anno una serie incredibile di sold out, gettonatissime anche le conferenze, gli incontri con gli artisti e le proiezioni storiche.

Ieri sera grande  serata finale con Gregory Porter che ha riempito il Teatro Nazionale fino all’ultimo posto disponibile e, come sempre, ha catturato il suo pubblico con lo straordinario fascino, un bel concerto un pubblico straordinario e la promessa di Luciano Linzi direttore artistico con Titti Santini, di fare in modo che questa sia solo la prima di molte edizioni per questo Festival che onestamente, pensiamo Milano si meritasse da tempo.