Robert Bona fa ballare il Blue Note

robert-bona_161205

http://www.angelabartolo.it/wp-content/tn3/2/Robert-Bona_161205_15.jpg
  • Robert-Bona_161205_15

  • Robert-Bona_161205_16

  • Robert-Bona_161205_14

  • Robert-Bona_161205_12

  • Robert-Bona_161205_13

  • Robert-Bona_161205_10

  • Robert-Bona_161205_11

  • Robert-Bona_161205_08

  • Robert-Bona_161205_09

  • Robert-Bona_161205_07

  • Robert-Bona_161205_05

  • Robert-Bona_161205_06

  • Robert-Bona_161205_03

  • Robert-Bona_161205_04

  • Robert-Bona_161205_01

  • Robert-Bona_161205_02

Robert Bona fa ballare il Blue Note ai ritmi caldi di Cuba

Di lui si dice che porta in tutto il mondo il suo sorriso e la sua eleganza musicale, che sia un artista in cui si fondono i virtuosismi di Jaco Pastorious, la fluidità vocale di George Benson, il senso dell’armonia e della canzone di Joao Gilberto, il tutto mixato con la cultura africana.

Originario del Cameroon, resta fedele alle proprie radici, portando i ritmi africani in ognuno dei suoi 7 album. Noto anche per aver fatto parte del gruppo Steps Ahead, si è esibito su molti palcoscenici e con molti artisti del calibro, ad esempio, di Bobby McFerrin, Pat Metheny, Joe Zawinul, Chick Corea, Herbie Hancock, Paul Simon, John Legend e Stevie Wonder. Con numerosi premi, spettacoli e anni di esperienza al suo attivo, Bona è diventato uno dei più ricercati musicisti di questa generazione.

Sul palco del Blue Note ha presentato il nuovo album “Heritage”, un concentrato di energia, in cui si esplora l’alchimia di ritmi africani a Cuba. Sarà accompagnato dalla band Mandekan Cubano (cinque veterani della scena musicale latina Downbeat di New York), con cui ha fuso artigianalmente suoni e culture, riuscendo nell’impresa di parlare il linguaggio universale della musica.